La Meditazione

La meditazione

 

 

La meditazione non è una semplice tecnica di rilassamento né una pratica astratta dai contorni confusi , ma uno strumento potentissimo per  la crescita della consapevolezza e della spiritualità, un vero e proprio percorso che ci conduce, attraverso l’ascolto interiore e l’autoconsapevolezza, al miglioramento di noi stessi, nel corpo e nello spirito. 

L’ascolto e il silenzio

Saper ascoltare è sempre più difficile: impegni, scadenze, ritmi frenetici, telefonini, bollette ecc. affollano la nostra mente, invadendola prepotentemente e creando un caos, un rumore di fondo, un chiacchiericcio confuso. Lo spazio per l’ascolto sembra inghiottito da questa temibile onda scura di stress ed ansia. Il silenzio dal suo fragore. Recuperare il silenzio – e il suo tempo sospeso – è la prima condizione per porsi nella possibilità dell’ascolto, di noi stessi prima ancora che degli altri. Il silenzio inteso però non come assenza di suono, ma come tacere delle preoccupazioni e dei frastuoni della razionalità, dell’ingombrante prevaricazione dei nostri quotidiani e concreti impegni, appuntamenti, aspettative, delusioni. Il fluire della Vita, l’espressione dell’Anima, il manifestarsi dell’Energia  hanno anch’essi un loro suono. Quando la mente è calma e silenziosa, quando la pace interiore pervade il nostro Essere, allora inizia il vero percorso di conoscenza di se stessi, il dialogo e il lavoro interiore. Porsi in ascolto non significa quindi ritirarsi dentro la propria Anima, ma creare uno spazio intatto dentro di sé per aprirsi nei confronti dell’Universo, conoscere profondamente o e appieno se stessi per porsi in relazione con la realtà cosmica.

Come si fa meditazione?

Si può meditare da soli o in gruppo, in una stanza o all’aperto, accompagnati da una musica adeguata o in silenzio … l’importante è avere a disposizione uno spazio tranquillo e del tempo da dedicare a se stessi. Vi sono diverse tecniche meditative ma solitamente tutte prevedono tre fasi:

– la respirazione profonda, con cui si calma la mente e si prende consapevolezza del proprio corpo

– il canto del mantra – individuale o universale – attraverso cui si riequilibrano le onde psichiche e si suscitano sentimenti positivi

– la fase meditativa vera e propria con cui, nel silenzio e nella piena concentrazione, si allontana la mente dai pensieri su oggetti e situazioni esterne, affinché tutto scorra e fluisca liberamente per giungere allo stato di autocoscienza e all’auto-osservazione.

Qualunque sia il luogo, il mantra e il tipo di meditazione scelta, l’importante è raggiungere la consapevolezza che la meditazione è uno stato interiore che, se praticato con disciplina, costanza e profondità di intenti, si può arrivare a vivere anche nella quotidianità, nelle azioni di ogni giorno. Meditare non significa infatti isolarsi in un “luogo” protetto della propria mente, una sorta di paradiso interiore in cui trovare riparo dal caos della vita: al contrario, meditare significa vivere in piena consapevolezza la propria vita, avendo un contatto diretto, profondo e vero con noi stessi e con ciò che ci circonda. La meditazione è un percorso di conoscenza e di crescita interiore che cambia radicalmente il nostro modo di stare al mondo e di vivere la nostra vita di ogni giorno abbandonando i filtri con cui siamo soliti guardarla, le spiegazioni e le scusanti per riportarci al centro di noi stessi, alla nostra natura.

Meditare e curare, meditare è curare

La meditazione apporta numerosi e importanti benefici non solo allo spirito ma anche al corpo. Noi siamo infatti un’unità inscindibile e le emozioni influenzano il  nostro stato di salute: la meditazione è un valido aiuto per raggiungere una condizione di benessere e di equilibrio.

La meditazione non è una pratica per stravolgere o modificare il nostro Essere, ma per riportarlo al suo stato originale e naturale, quello di unità, antecedente a qualsiasi dualità fra corpo e mente, è uno stato di puro essere, di piena consapevolezza e presenza nel qui e ora.

La meditazione quindi non è un risultato da raggiungere: è la nostra natura e la nostra essenza, il nostro stato naturale, uno stato di piena consapevolezza e chiarezza di visione, quello in cui si permane nel qui e ora lasciando libera la mente, senza ostacoli e senza repressioni, senza disturbi; non è distacco o isolamento da ciò che accade ma è lasciar fluire liberamente, è ascolto ed equilibrio. La meditazione non deve essere raggiunta: deve essere riconosciuta.

Vi auguro di fare spesso meditazioni sul chakra del cuore poiché è considerato la porta d’accesso dell’anima, qui hanno origine sentimenti come l’amore incondizionato, la gioia, la pace interiore, la compassione, ma anche il dolore e la sofferenza emotiva. Ogni forma d’amore ha origine qui, sia che si tratti dell’amore nei confronti di un’altra persona, che dell’amore incondizionato che ci lega all’Universo lasciatevi trasportare e aprite il vostro cuore e la vostra anima.

Vi auguro di trovare sempre ogni giorno almeno 15 minuti per meditare.

Un abbraccio forte Con Amore e Professionalità vostra Luisa Macocchi-Del Priore Medium-Sensitiva

Sensitiva – Master Reiki – PNL -ThetaHealing® – Messaggera/Sacerdote di Luce Diamante con L’Arcangelo Metatron – Litios® Cristalli di Luce – Certified Angel Card Readers Channel By Doreen Virtue – Medium Angelica – Fiamma Viola di St. Germain

ALTRE INFORMAZIONI LE TROVI SUL MIO SITO:
https://centro-reiki.ch/messaggi-di-luce/
info@centro-reiki.ch +41(0)797153259

© Copyright 2019 | Luisa Macocchi-Del Priore |Informativa sulla Privacy